Follow

Recensione:The queen of the Tearling di Erika Johansen

mercoledì, aprile 06, 2016

Buongiorno miei cari lettori
e bentornati nella biblioteca, oggi c'è una bella giornata l'ideale per delle passeggiate o per leggere al parco purtroppo ho un sacco di cose da studiare quindi dovrò rimandare la lettura a stasera >.<.
In questo post vi lascio la mia opinione su un libro molto discusso.


Image and video hosting by TinyPicIl giorno del suo diciannovesimo compleanno la principessa Kelsea Raleigh Glynn, cresciuta in esilio, parte per un pericoloso viaggio alla volta del castello in cui è nata per salire al trono che le spetta di diritto. Kelsea è una ragazza determinata che adora leggere e imparare e che somiglia ben poco a sua madre, la fatua e frivola regina Elyssa. Kelsea sarà pure inesperta, ma non è indifesa: al collo porta lo zaffiro di Tearling, un gioiello dagli immensi poteri magici, ed è accompagnata dalla Guardia della Regina, un gruppo scelto di coraggiosi cavalieri guidato dall'enigmatico e fedele Lazarus. Kelsea avrà bisogno di tutti loro per sopravvivere alla cabala di nemici che cercherà di impedire la sua incoronazione con ogni mezzo, da sicari con mantelli rossi a tremendi incantesimi di sangue. Nonostante il suo sangue reale, Kelsea è ancora una giovane piena di insicurezze, una bambina chiamata a guidare un popolo e un regno dei quali non sa praticamente nulla. Quello che scoprirà nella capitale, però, cambierà tutto, mettendola di fronte a orrori inimmaginabili. Sarà un gesto semplice quanto audace a gettare il regno nel caos, scatenando la vendetta della tirannica sovrana della vicina Mortmesne: la Regina Rossa, una strega posseduta dalla magia oscura. Kelsea dovrà scoprire di chi fidarsi tra i suoi servitori, i nobili di corte e le sue stesse guardie del corpo. La sua missione per salvare il regno e compiere il suo destino è appena cominciata: Kelsea dovrà affrontare un viaggio alla scoperta di sé stessa e una prova del fuoco che la faranno diventare una leggenda... se solo riuscirà a sopravvivere.


Questo libro ha un edizione bellissima che rende la lettura sicuramente piacevole e ricca di dettagli ma, purtroppo, la storia non è stata all'altezza della grafica. 
La protagonista Kelsea, figlia della regina del Tearling, viene portata via dal castello all'età di 8 anni per essere cresciuta da dei genitori adottivi al fine di impartirle l'educazione ideale per ricoprire in futuro il ruolo della madre. Quando compie 17 anni verrà scortata verso il castello da una guardia reale ma suo zio Thomas non è daccordo e ingaggerà dei banditi i Caded per ucciderla. Durante il suo ritorno viene attaccata da alcuni Ladri che la metteranno alla prova ma allo stesso tempo le racconteranno un pò di storia del suo regno. 
Il mondo descritto in questo libro sembra essere futurista: la tecnologia non esiste, abbiamo due grandi mondi il Tear e il Mortmens che hanno stabilito un accordo, troviamo cavalieri, re e regine e qui ci troviamo di fronte al primo dilemma com'è possibile avere un mondo futurista se l'ambientazione sembra completamente l'opposto? bene non lo sappiamo, nel libro non viene minimamente fatto cenno a questo punto e qui mi viene da chiedermi cosa c'è di distopico in questa storia? non lo sapremo mai. La popolazione vive nella povertà più totale, la precedente monarchia ha creato molti problemi e si respira un aria di tristezza, rancore, delusione e mancanza di fiducia nei suoi sovrani che sembrano pensare a loro stessi, alcuni uomini si sono radunati per cercare di ottenere profitto da questa situazione andando contro tutte le leggi che sono, a mio parere, inesistenti.
Lo stile è troppo, troppo, troppo, troppo *ho già detto troppo?* lento, non è quel modo di scrivere descrittivo tipico dei fantasy puri ma ha dei capitoli lunghi che quando arrivi alla fine ti rendi conto che non è successo praticamente nulla, ho avuto grandi difficoltà a finirlo come se fosse un libro di 800 pagine e non di 350. Per quanto riguarda i personaggi alcuni mi hanno incuriosito molto come Lazarus e Fetch ma lei mi è rimasta indifferente, a momenti sembrava una regina altre volte una ragazzina insomma forse avrei preferito si scegliesse un carattere ben definito da attribuirle con tutti i suoi pregi e difetti. 
La storia alla fine è carina non posso dire che sia brutta ma dobbiamo andare oltre lo stile prolisso e le mancate informazioni sul mondo per apprezzarla appieno, non mi ha emozionato né intenerito per la condizione dei più deboli.
Il mio voto è di 3 gattini su 5
non bramo per avere il seguito ma l'edizione è veramente fantastica.

Questo è ciò che penso a riguardo,
sono curiosa di sapere se a voi è piaciuto.
Al prossimo post.



You Might Also Like

13 commenti

  1. purtroppo confermi quello che ho letto in giro..prolisso e poco approfondita la situazione e i personaggi. mi spiace proprio perchè l'edizione è davvero ben curata..magari nel sequel taglia un po' di passaggi inutili..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me è dispiaciuto perchè ha le carte in regola per essere una buona storia soltanto che lo stile purtroppo mi ha completamente fatto passare la voglia di sapere cosa succede.

      Elimina
  2. Io invece ho letto recensioni super positive e, per quello lo bramavo da morire! Ora, la curiosità c'è sempre, anche per capire come la penserò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente ti conviene avere una tua idea personale :)) io rientro tra quelle che non ha convinto.

      Elimina
  3. Mi dispiace tanto leggere una recensione negativa! Io ho adorato questo libro!
    In ogni caso non disperare, se avrai mai intenzione di prendere in mano il secondo, il mondo è spiegato ottimamente e si capisce benissimo il perché sembra essere ambientato nel Medioevo invece che nel futuro... Se ti va di passare a leggere la recensione che abbiamo fatto noi, questo è il link :)
    http://bookishbrains.blogspot.it/2015/09/the-queen-of-tearling-erika-johansen.html
    Speriamo che il secondo ti farà cambiare idea :D

    RispondiElimina
  4. Io sono curiosa, l'ho comprato appena uscito ma devo ancora leggerlo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho preso da agosto ma l'ho letto solo quest'anno spero che ti piacerà più di quanto è piaciuto a me :))

      Elimina
  5. Ciao Stefi del mio corazon! Ho letto questo libro quest'estate e ti do completamente ragione: troooppo lento! Sembrava non finire più D: Non mi è piaciuto nemmeno un po' :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo in tante a pensarle così! lo stile è stato il problema più grande per me O.o mai più qualcosa di simile.

      Elimina
  6. In generale la penso come te, solo che ho dato mezzo punto in più perché il finale mi ha coinvolto tantissimo e messo curiosità. L'ambientazione è la parte che non mi è piaciuta per niente :/ l'autrice avrebbe benissimo potuto ambientarlo in un finto medioevo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' quello che ho pensato anch'io XD, boh non ho capito questa scelta senza dare una giusta motivazione.

      Elimina
  7. Ciao Stefy! Il mio interesse per questo libro è partito subito dalla cover fantastica, ma ancora lo devo leggere >.<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho preso per la cover ma sono rimasta abbastanza delusa :(.

      Elimina

Sei passata/o dal mio angolino, fammelo sapere lasciando un commento.

Ultimi commenti

2017 Reading Challenge

Eika has read 11 books toward her goal of 100 books.
hide