Follow

Consigli letterari #18 - Maggio

lunedì, giugno 01, 2015

Buongiorno miei affezionati lettori,
e buon inizio del mese, questo come sapete sarà l'inizio dei miei esami universitari e spero andranno tutti bene. Se non lo avete notato nella barra laterale ho aggiunto la immagini di instagram che scorrono così anche se non lo avete potete vederle lo stesso.
Detto questo passiamo ai miei consigli del mese.


Thriller
Il quadro maledetto di Fabrizio Santi
Lo consiglio perchè: un quadro che appare e scompare in posti diversi, un mistero da risolvere e una setta da smascherare, che dire sembra avere tutte le carte in regola per farvi rimanere incollati alle pagine.

Image and video hosting by TinyPicPuò un viaggio di piacere trasformarsi in una pericolosa avventura? Theodor Klinsmann, un professore tedesco, è arrivato in Italia per far visita alla zia, che ormai da anni vive in Toscana. Ma quella che doveva essere una vacanza, si rivela presto ben altro. Theodor si trova infatti coinvolto in una vicenda che ruota attorno a un famigerato dipinto dai poteri occulti. Pare che il quadro, nel corso dei secoli, sia apparso e scomparso in luoghi sempre diversi, rendendo folli coloro che hanno avuto la sventura di ammirarlo. Messe da parte prudenza e razionalità, il professore si lancia alla ricerca del dipinto, deciso a svelarne una volta per tutte il segreto. Ad aiutarlo, un amico musicista, Riccardo, e Irene, una donna affascinante e misteriosa. I tre si trovano catapultati in una sorta di percorso iniziatico che li porta a esplorare i sotterranei di Roma, a fare i conti con gli adepti di una setta segreta, a chiedere l’aiuto di preti e bibliotecari esperti di antichità e reliquie. Qual è l’enigma che si nasconde dietro la storia di quel quadro? Chi lo ha dipinto? In una specie di caccia al tesoro, indizio dopo indizio, Theo scoprirà una verità che lo costringerà a mettere in discussione tutto ciò in cui crede


Romanzi
Il ladro di nebbia di Lavinia Petti
Lo consiglio perchè: una strana lettera, dei ricordi smarriti, forse è il protagonista stesso l'assassino insomma un viaggio all'interno della mente umana e dei proprio pensieri.

Image and video hosting by TinyPicAntonio M. Fonte è uno scrittore di enorme successo, ma per lui fama e ricchezza non hanno alcun significato. Stralunato e sociopatico, vive in una vecchia casa dei Quartieri Spagnoli di Napoli con la gatta Calliope, e se non ci fosse il suo agente letterario a ricordargli scadenze e doveri sarebbe incapace di distinguere ciò che è reale da ciò che forse non lo è. Ma un giorno, in mezzo alle migliaia di lettere dei suoi ammiratori, Antonio ne riceve una che non può ignorare. Datata quindici anni prima, è indirizzata a una donna che Antonio non crede di avere mai conosciuto. Solo il nome del mittente gli è familiare, perché è il suo. Quella lettera l’ha scritta lui, senza alcun dubbio. Quelle parole accennano a un ricordo smarrito e soprattutto a un uomo che è stato ucciso, forse da lui stesso. Ma Antonio di tutto questo non ricorda nulla. Il giorno del suo cinquantesimo compleanno, si perde nei vicoli di Napoli e in un palazzo mai visto prima incontra uno strano personaggio che ha la mania di raccogliere tutto ciò che gli uomini perdono: nel suo Ufficio Oggetti Smarriti, però, non si trovano solo mazzi di chiavi, libri o calzini spaiati, ma anche ricordi di giochi infantili, amori giovanili, speranze e sogni dimenticati. Antonio intuisce che forse è da lì che deve partire per ritrovare il filo del suo passato e risolvere l’enigma della lettera. Ma quell’enigma nasconde arcani ancora più insondabili: il segreto di una città che cambia forma e aspetto, l’avventura di un viaggio imprevedibile tra personaggi straordinari, il mistero di un ladro fatto di nebbia e di una storia tutta da ricostruire... e da raccontare

La ragazza di fronte di Margherita Oggero
Lo consiglio perchè: una piccola lettrice ormai diventata adulta e una casa che di notte racconta le vite degli altri, sembra proprio il libro che dovremmo leggere tutti noi.

Image and video hosting by TinyPic
Quando era bambino, arrivato a Torino dal Sud, Michele era rimasto incantato dalla bambina che leggeva, seduta sul terrazzino di fronte. Quando era bambina, tormentata dai fratelli gemelli scatenati, Marta si rifugiava sul balcone per sognare le vite degli altri. Ora la vita ha rimescolato le carte. Marta è una donna adulta, indipendente e sola. Michele guida i Frecciarossa attraverso l'Italia, e in poche ore solca la penisola per poi rientrare nel suo nuovo appartamento. Fino a quando succede una cosa imprevista, di quelle che accelerano il corso dell'esistenza, che costringono a uscire dal guscio protettivo che ci costruiamo. A quanti di noi è capitato di abitare in un grande caseggiato, di quelli con un ampio cortile di giorno popolato di voci e la sera di luci che rivelano le vite degli altri?


Queste sono le mie proposte per voi, spero di avervi proposto
titoli interessanti. 

You Might Also Like

3 commenti

  1. La ragazza di fronte sembra molto interessante ^^

    RispondiElimina
  2. La ragazza di fronte potrebbe essere il mio genere, me lo segno!

    RispondiElimina
  3. Non conoscevo nessuno dei libri che hai nominato, ma sembrano interessanti! :)

    RispondiElimina

Sei passata/o dal mio angolino, fammelo sapere lasciando un commento.

Ultimi commenti

2017 Reading Challenge

Eika has read 11 books toward her goal of 100 books.
hide