Follow

Recensione una luce improvvisa di Garth Stein

giovedì, marzo 05, 2015

Buongiorno e benvenuti nella biblioteca,
oggi dopo quasi una settimana che ho finito questo romanzo riesco a pubblicare la recensione, ci ho messo un pò a scriverla rispetto al solito perchè dovevo capire cosa mi ha lasciato e riflettere sulla storia.
Ecco a che cosa sono arrivata



Image and video hosting by TinyPicÈ un pomeriggio d’estate e Trevor Riddell è in viaggio verso Seattle con suo padre. Trevor, quattordicenne, pensa ai genitori che si stanno separando mentre suo padre Jones pensa al suo fallimento economico, a sua moglie che si è allontanata, e alla grande casa di famiglia, dove ora è diretto con il figlio per un motivo che conosce soltanto lui. Lì, tra le mura di Riddell House, una immensa magione nei boschi, ormai mangiata dall’edera, fatta di mille stanze, sale da ballo e salotti un tempo sempre illuminati, si è svolta la storia dei suoi avi – piena di luci e bagliori, ma anche di ombre e oscurità. Una storia che comincia con il bis-bis nonno Elijah, barone del legname, colpevole di aver sventrato le foreste americane, ai primi del ’900, accumulando una fortuna immensa…. Spetterà al giovane Trevor, nella lunga, magica estate che lo aspetta, gettare luce sui misteri di Riddell House, e aiutare suo padre a riconciliarsi con il passato della sua famiglia, scoprendo che cosa ha avvelenato i suoi membri come una maledizione.
Questo romanzo è stata una scoperta che mi ha permesso di conoscere l'autore di cui non avevo letto niente in passato e che spero di leggere altri suoi scritti.
Partiamo dall'inizio, siamo di fronte ad un imponente tenuta costruita interamente in legno con numerose stanze e un'immensa biblioteca tipica delle case antiche, si può dire che non ci sia niente di strano ma, come tutte le abitazioni vissute, presenta numerosi misteri e stanze segrete camuffate dalle pareti nonché qualche abitante di troppo, essa è stata costruita da Elijiah Riddle trisavolo del protagonista,  un uomo che si è arricchito con il legname disboscando ettari di alberi, avido di potere e di denaro non si faceva problemi a licenziare i suoi dipendenti nè si preoccupava dei sentimenti altrui.
Trevor Riddle è un quattordicenne che si vede di punto in bianco la sua famiglia crollare perchè per problemi economici dovranno vendere la casa, verrà trascinato a Riddle House dal padre Jones Riddle che spera di poter vendere la tenuta e riconquistare sua moglie andata in Inghilterra a vivere con i suoi.
Ad aspettarli ci sono nonno Samuel malato da tanto tempo che dimentica le cose e passa le sue giornate a costruire gambe di sedia con il legno e Serena Riddle, zia di Trevor, affascinante e manipolatrice possiamo definirla una iena travestita da pecora, ella è daccordo con Jones nel vendere la casa ma il nonno si oppone perchè lui crede che di notte sua moglie Isobel danzi nella sala da ballo. Da qui inizia l'avventura del protagonista che si ritroverà faccia faccia con una fantasma, sarà un percorso all'interno della persona umana scovando ciò che ci fa più paura ..l'ignoto. Trevor infatti imparerà a guardare e sentire con occhi diversi,  scoprirà la storia dei suoi antenati e come, anche la più malvagia delle persone, cerchi la strada verso la redenzione e del perdono ma per fare questo c'è bisogno di fede, di credere che il mondo non sia tutto qui, che il velo che separa la vita e la morte sia molto più sottile di ciò che pensiamo e che una promessa è una promessa e finchè non viene assolta non si troverà la pace. All'interno della tenuta troveremo vari diari in cui vengono annotati degli avvenimenti che ci permettono di scoprire due personaggi importanti:  Harry e Ben figlio di Elijah, quest'ultimo ha avuto da sempre una sensibilità particolare per la natura e tutto ciò che ha creato, scalerà gli alberi sentendoli come parte di lui e il giovane quattordicenne vivrà la sua vita attraverso dei sogni.
L'autore con le sue parole ci pone davanti degli interrogativi a cui cerchiamo costantemente di rispondere e usa le varie vicissitudini per esprimere la sua opinione,  per poter andare verso il futuro dobbiamo chiudere i conti con il passato ma dobbiamo togliere i paraocchi e provare a guardare davvero oltre le logiche e gli schemi.  L'inizio per me è stato lento, ci sono molte descrizioni ma non sono quello ad avermi rallentato quanto al fatto che le prime 100 pagine hanno fatto da introduzione, sicuramente più si va avanti più si conosceranno nuove cose e solo alla fine verrà svelato il mistero.
Razionalmente mi rendo conto che è un libro che non può piacere a tutti e che va anche interpretato, a me è piaciuto credevo che si svolgesse diversamente la storia ma soprattutto avevo dato un altra interpretazione alla parola "maledizione", nel testo non si intende nel senso letterale ma più nel non riuscire ad andare avanti con la propria vita rimanendo attaccati ad alcune convinzioni.
Il mio voto è 3 su 5
Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic 
Misteriose avventure vi attendono sta a voi decidere se scoprire i vari enigmi di Riddle House.


You Might Also Like

8 commenti

  1. Sono molto indecisa al riguardo! Probabilmente un giorno lo prenderò per farmi un'idea!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Direi che se hai tanto tempo da dedicare alla lettura puoi tranquillamente dargli una possibilità :)

      Elimina
  2. Bella recensione! Anche io come Ilenia sono indecisa.. da un lato mi attira molto (anche per la cover che mi piace davvero tanto), ma dall'altro temo che potrebbe essere quel tipo di lettura che procede lenta e finisce per annoiarmi. Per ora aspetterò a leggerlo, ma la tua recensione mi ha decisamente incuriosita :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' veramente un bel libro, credo che debba essere letto con pazienza ecco perchè qualche volta mi ha rallentato molto mentre altre l'ho letto velocemente :)

      Elimina
  3. Ecco, ora sono ufficialmente indecisa (come Giada e Ilenia sopra lol)! o.o Mi è un po' calato l'entusiasmo quando ho letto la parte della tua recensione che parla della presenza di molte descrizioni. Ahimè, io e quest'ultime non andiamo d'amore e d'accordo D:
    Ho deciso di lascare il libro in wish ma di andarci piano e di non avere aspettative troppo elevate a riguardo (la cover però è stupenda!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Argh tasto dolente perchè se le descrizioni di solito le salti allora non mi sento di consigliartela come lettura ..o meglio non da leggere velocemente ma dovresti prenderla con calma ecco :)

      Elimina
  4. Questo libro mi incuriosisce parecchio e spero di riuscire ad averlo presto tra le mani :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente è un libro diverso :)))

      Elimina

Sei passata/o dal mio angolino, fammelo sapere lasciando un commento.

Ultimi commenti

2017 Reading Challenge

Eika has read 11 books toward her goal of 100 books.
hide