Follow

Recensione: Se mi amassi di Doris J.Lorenz

venerdì, febbraio 20, 2015

Buongiorno lettori e buon week end,
come state? io sono in fase relax più totale con tanto di abbuffate di cioccolato e scorpacciata di dolci. Stasera vi lascio una recensione di un libro veramente carino..ecco di chi sto parlando.



Image and video hosting by TinyPicA pochi giorni dall’inizio del primo anno di università a Monaco di Baviera, Lene Winter non è disposta a credere che quel ragazzo, apparso dal nulla nel labirinto degli specchi, possa cambiare la vita fatta di certezze che si è costruita addosso e che non intende abbandonare, per ripiombare nell’insicurezza che le ha segnato l’adolescenza.Shaun Keller, invece, desidera vincere il campionato nazionale di motociclismo e ha bisogno di lei. Un passato sulle piste e una sensibilità innata per i motori fanno di Lene un tecnico prezioso, ma lei non vuole tornare alla vita agonistica: ha paura, da quando il padre è morto a causa di un incidente. Shaun, per arrivare a lei, dovrà scavare nell’animo tormentato della ragazza, che le impedisce di relazionarsi con gli sconosciuti, infondendole una paura costante di essere avvicinata e toccata da estranei. Il ragazzo cercherà in ogni modo di farle capire che non è solo un ottimo pilota che attira schiere di fan disposte a tutto pur di passare ore piacevoli con lui, ma anche un tenero e appassionato amante che saprà arrivare a parlare al cuore ferito di Lene. È stato il destino a farli incontrare e Shaun non ha intenzione di perderla.
Questo libro è il primo di una serie scritto da un autrice italiana sotto il nome di Doris J.Lorenz. La storia è ambientata a Monaco dove una ragazza appassionata di motori Lene si è iscritta a ingegneria meccanica per poter imparare in teoria quello che lei già conosceva in pratica, suo padre era un pilota ma a causa di un brutto incidente perde la vita e porterà la figlia ad allontanarsi da quel mondo che tanto adora.
Ha un fratello Sven con cui condivide tutto anche se lui non è proprio un bravo ragazzo ma cambia spesso fidanzata che durano il tempo di una notte, con sua mamma non vanno proprio daccordo, si è risposata con un uomo d'affari che tutto pensa tranne che alle corse.
La protagonista avrà un incontro davvero speciale in un labirinto di specchi con un ragazzo misterioso denominato Thor per il suo aspetto da dio del tuono e lo ritroverà nella mensa dell'università durante un litigio con una ragazza tutta ancheggiamenti Renate  e di un altro collega Alex che si scoprirà essere uguale al tipo degli specchi, egli infatti è suo fratello gemello ma di uguale hanno solo il viso perchè caratterialmente sono come giorno è notte.
Il misterioso ragazzo si chiama Shaun ed è amico di suo fratello nonchè promettente campione di moto, insomma sembra che la vita per la giovane Lene abbia in riservo delle sorprese. La ragazza ha un carattere forte e ironico, è cresciuta nel mondo dei motori e questo le permette di capire subito i maschi oltre che ad essere brava come tecnico, si è conquistata la fiducia degli altri con le sue doti non certo per il suo aspetto estetico ma soprattutto è indipendente e va avanti per la sua strada non permettendo a nessuno di prevaricarla, lui invece ha un carattere meno impulsivo ma non per questo senza spina dorsale tutt'altro è un leader, si prende cura del fratello ed è ben voluto da tutti. Tra i due nascerà piano piano un sentimento, all'inizio non riescono a trovare un equilibrio perchè Lene è bloccata da alcuni avvenimenti del passato, con il tempo si lascerà andare dimostrando di avere un lato tenero ma non diventerà uno zerbino anzi tirerà fuori le unghie al momento opportuno e dimostrerà quanto vale dentro e fuori la coppia.  La storia si evolverà gradualmente portando alle prime esperienze e alla conoscenza dei rispettivi genitori, un evento li unirà ancora di più:  Shaun con l'aiuto di Sven convinceranno la protagonista ad aiutarli con le moto come prima faceva con suo padre, se da un lato la proposta le fece piacere dall'altro significava ripercorrere il viale dei ricordi affrontando di nuovo tutto quando, anche in questo caso la passione della sua vita, la fiducia riposta in lei e l'amore si uniranno e porteranno all'apertura di un nuovo capitolo emozionante e avvincente allo stesso tempo.
Questo è solo l'inizio di una storia che mi ha tenuta incollata alle pagine, ho adorato la protagonista con quel suo modo diretto e pungente di dire le cose e l'essere diversa dalle altre ragazze tutte vestiti e tacchi a spillo,  insomma non abbiamo davanti una ragazza insicura ma una che tiene testa a chiunque e non fa passare la mosca sotto il naso, una che sa il fatto suo e crede nella sua passione così come suo padre.
Loro due sono molto teneri, ha legarli non è solo la corsa ma anche il confrontarsi continuamente a volte anche con degli scontri e trovare sempre una via di mezzo nelle cose perchè alla fine l'amore è anche questo, non basta stare insieme o baciarsi bisogna lottare per chi si ama e andare verso la stessa meta senza annullarsi per l'altro.
Lo reputo un libro ricco di avvenimenti che può dare tanto al lettore sia come storia e sia come insegnamenti,  un crescendo piano piano che vi farà affezionare ai protagonisti sia primari che secondari.
Mi sento di dire che mi ha lasciato il sorriso sulla bocca e fatto ridere, ho avuto bisogno di qualche giorno per assimilare bene ciò che era successo, Lene è davvero una ragazza da prendere come esempio.
Il mio voto è 4 su 5
Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic
Consigliato per una lettura fresca e avvincente nel mondo delle gare e delle moto, un romanzo molto moderno e per niente stereotipato.

"Quando si rompe un oggetto molto prezioso i giapponesi, invece di incollarlo con la colla trasparente, colano tra le crepe dell'oro per valorizzare le fessure che secondo loro danno il senso di continuità tra frattura e ricomposizione. La vita forma anche attraverso il dolore quando la sofferenza passa ti ha cambiato perchè allora non far vedere le imperfezioni che hanno reso possibile il cambiamento?"

Vi ho incuriosito? fatemi sapere cosa ne pensate

You Might Also Like

2 commenti

  1. Grazie Eika Stefy per la tua recensione e per le tue emozioni!

    RispondiElimina
  2. Bella recensione, lo ammetto questo libro non era nel mio radar, ma Lena mi incuriosisce come personaggio femminile diverso dal solito, e uno che viene soprannominato Thor lo devo conoscere per forza :D Segnato in wish!

    RispondiElimina

Sei passata/o dal mio angolino, fammelo sapere lasciando un commento.

Ultimi commenti

2017 Reading Challenge

Eika has read 11 books toward her goal of 100 books.
hide