Follow

Recensione Orgoglio e Pregiudizio di Jane Austen +nuova grafica

sabato, gennaio 17, 2015

Buongiorno lettori e bentrovati,
come state? cos'avete fatto mentre ero chiusa a studiare?, io sono ancora superimpegnata quindi per un pò sarò un fantasma volante e mi vedrete apparire e scomparire ^^".
Avete notato la nuova grafica? e scommetto che avete già capito il perchè del tema festivo, il blog fra poco compirà il primo anno di vita e sono super contenta così il mio ragazzo mi ha modificato l'header.. che dire a me piace tantissimo *_*.

Oggi vi lascio la prima recensione del nuovo anno e sono contenta di iniziare così con un classico che è il mio tallone d'Achille.

Image and video hosting by TinyPic“Pride and Prejudice” è certamente l’opera più popolare e più famosa di Jane Austen, un vero e proprio “long-seller”. Attraverso la storia delle cinque sorelle Bennet e dei loro corteggiatori, lo sguardo acuto della scrittrice, sorretto da un’ironia tanto più spietata quanto più sottile, annota e analizza fatti, incidenti, parole di un microcosmo popolato da personaggi che avranno molto da insegnare a Dickens e Thackeray

Premetto che è una recensione difficile per me che non ho scelto un università letteraria e non conosco niente di tutto ciò che ruota intorno a questo libro, il mio sarà un parere da semplice lettore moderno e non mi permetterò di esprimermi sul fatto che sia o meno un libro di qualità.
La storia la conosciamo tutti la giovane ragazza Elizabeth appartenente ad un ceto sociale basso conoscerà il bello e antipatico Mr Darcy, un uomo molto ricco con un orgoglio difficile da scalfire, per poter far sbocciare il loro sentimento dovranno superare numerosi ostacoli e, sebbene tutti penserebbero a delle difficoltà materiali o di intromissione di altre persone, in realtà sono proprio i due protagonisti ad essere la barriera. L'epoca del libro è intorno al 1400 in cui una donna veniva giudicata in base a doti mentali come lo studio di uno strumento, dell'arte del ricamo, del canto e della lettura dei libri ma anche secondo la sua rendita e la famiglia, è un periodo in cui l'entrata in società delle figlie minori dipende dalle sorelle maggiori e in cui l'unico contatto con l'altro sesso è rappresentato da balli vari. Il modo di vedere l'amore è molto diverso da com'è adesso, viene visto come il coronamento di un matrimonio ed una conoscenza, oserei dire,  esclusivamente mentale in cui si effettueranno lunghe passeggiate e chiacchierate sorvegliate.
Non posso dire che sia scritto in maniera chiara ma deve essere letto attentamente, senza cadere nel pesante anzi nonostante tutto è scorrevole non ho avuto problemi di comprensione.
Ho incontrato vari personaggi ognuno con una caratteristica che me li metteva in luce riuscendo a collegarli nel romanzo, sono tutti ben descritti e esprimono l'idea del loro carattere.
Mentre leggevo mi è venuta voglia di essere li con loro e osservarli, mi piacerebbe avere quei modi delicati e raffinati che hanno le donne,  ballare tutta la sera e sognare di incontrare il principe azzurro, ho apprezzato tantissimo questa visione dell'amore e credo che contenga messaggi molto importanti che mi hanno fatto riflettere. Uno di questi è la famiglia, non la scegliamo noi e nonostante qualche volta ci fanno fare delle brutte figure non possiamo essere giudicati da questa (a chi non è capitato che un genitore dicesse qualcosa che poteva evitare davanti a qualcuno?), l'altro è il carattere...ognuno ne ha uno ma spesso siamo noi che ci mettiamo dei limiti nel conoscere gli altri partendo prevenuti o con idee sbagliate, un altro è questa cosa del contatto, sembra una stupidaggine ma mi ha stupito perchè nel nostro tempo la prima cosa che si nota in una persona è l'aspetto fisico e il primo pensiero di alcuni ragazzi è di portarsi a letto qualcuna mentre in quel tempo si dava importanza alla cultura e alle buone maniere di una ragazza, credo che sia un libro che ti arricchisce e ti fa credere nei sentimenti più puri che ci siano.

Il mio voto è 4 su 5
Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic

Non avrei mai pensato che potessi apprezzare un classico così lontano dalle cose che leggo di solito, questo vuol dire che è adatto a chiunque e che è un libro senza tempo.

You Might Also Like

6 commenti

  1. Che carina la nuova grafica!! Mi piace l'idea di adattarla al compleanno del blog! *__*
    Orgoglio e Pregiudizio è uno dei pochissimi classici che ho letto e che mi sono davvero piaciuti! Amo anche il film, e la storia in generale. Purtroppo l'ho letto anni fa, quindi penso che presto proverò a rileggerlo per rinfrescarmi la memoria! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che ti piace :)), si devo dire mi ha stupito non mi aspettavo tutto questo!!

      Elimina
  2. non so se sei appassionata di classici e se te ne intendi in materia, ma ti posso assicurare che, a me che piacciono un sacco, questa storia del romanzo scorrevole e di tutti i tempi non mi è nuova. specialmente se si tratta della Austen: nonostante lei descriva la società del suo tempo e sottolinei le parti negative di esso, Orgoglio e Pregiudizio è un libro che tutti possono apprezzare. è proprio questo il bello!:)

    comunque bellissima recensione:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No non sono un amante dei classici e infatti questo è il secondo che leggo, proprio per il fatto di non averli studiati ecc non so mai come approcciarmi però in questo caso posso dire che è davvero un libro senza tempo. :))

      Elimina
  3. E' un classico molto bello, uno dei miei preferiti *__* E' stato scritto tantissimo tempo fa eppure, in parte, riesce ad essere attuale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è vero *_* non me lo aspettavo!!

      Elimina

Sei passata/o dal mio angolino, fammelo sapere lasciando un commento.

Ultimi commenti

2017 Reading Challenge

Eika has read 11 books toward her goal of 100 books.
hide