Follow

✎ Recensione: un amore di angelo

mercoledì, aprile 23, 2014

Buongiorno lettrici e lettori come state?
in queste giornate piovose mi sto dedicando allo studio, in particolare a microeconomia (che studia il risultato delle azioni degli individui in un contesto istituzionale) ma ieri sera per staccare ho deciso di leggere il libro Un amore di angelo di Federica Bosco e l'ho finito in 5 ore mi ha completamente rapita. 
Ecco allora la recensione.


Recensione Un amore di Angelo di Federica Bosco
Titolo:  Un amore di angelo
Autore: Federica Bosco
Casa editrice: New compton editori
Prezzo: 9.90€
Pagine: 384
Ebook:
Trama: «Libera di danzare senza schemi e regole ferree, libera di studiare con chi volevo senza più obbedire ai canoni rigidissimi delle scuole prestigiose o ai capricci di insegnanti frustrati, libera di esprimere me stessa». Mia ha avuto l’occasione che attendeva da sempre: un’audizione alla Royal Ballet School. Ma quando si è trovata su quel palco, quando ha capito che la possibilità di entrare in quella scuola era a portata di mano, ha sentito di non voler rinunciare alla libertà di danzare senza regole, vincoli, costrizioni. Accanto a lei, anche nelle decisioni più difficili, c’è sempre stata la voce di Patrick, eterea presenza che non la lascia mai. Dopo il suo “no” alla Royal, per Mia può iniziare una nuova vita: lei e Nina, superate finalmente tutte le incomprensioni che le avevano divise, decidono di trasferirsi a Londra. Mia trova una scuola d’arte che la entusiasma, la Brit, mentre Nina prova a frequentare un corso di giornalismo. Ma Londra non è solo divertimento e cambiamenti: le due amiche dovranno anche affrontare la difficile gravidanza di Nina. A sostenerle, come sempre, ci sarà l’incorporea figura di Patrick. Finché un giorno…

Ho letto questo libro in 5 ore, l'ho completamente divorato tanto mi ha coinvolto nel suo mondo. Quest'autrice ha la capacità di scrivere in maniera semplice ma mai banale, lo trovo un libro adatto a chiunque grandi e piccoli perchè contiene insegnamenti importanti e ci vedere le cose da tanti punti di vista. 
Ammiro la forza di Mia nel non rinunciare hai propri sogni, di andare contro tutto e tutti pur di riuscirci, di arrivare a compromessi e ha litigate furibonde con sua madre, la trovo veramente coraggiosa ed è un esempio per tutti. Il difficile non è cambiare strada ma far capire agli altri perchè si vuole cambiare, mi sono immedesimata molto in lei per quanto sia più grande, so che cosa significa capire che quello non è il proprio posto e cercare un altra via, so che vuol dire combattere contro gli altri perchè non si viene capiti e trovo incredibile come, anche nei momenti più bui, lei aveva sempre una parola per tutti.
Nel corso della storia una presenza importante è il suo angelo Patrick, non riesco a immaginare che trauma è stato perdere qualcuno di cui si è innamorati e ho trovato romantico che lui anche dopo la morte sia diventato il suo angelo e l'abbia guidata nel suo percorso. Insieme alla sua amica hanno cambiato vita e città e anche in questo caso non ho potuto far altro che immedesimarmi in lei, capivo perfettamente l'eccitazione di andare in una nuova città e la paura che non sia come l'aveva idealizzata.Credo sia un libro anche adatto agli adulti perchè essere genitori non è facile e spesso bisogna prendere decisioni che non si vorrebbero, questo permette anche a chi è figlio di capire il perchè di alcuni comportamenti. La storia si evolve seguendo un filo logico ma non è mai prevedibile, non sai che cosa succederà e questo crea nel lettore la curiosità e la voglia di arrivare fino alla fine, credo che la Bosco abbia la trovato la chiave giusta per arrivare al cuore del lettori, all'interno troviamo un sacco di frasi che ci fanno fermare a riflettere, ci fanno capire che la vita è breve e non bisogna sprecarla, troviamo messaggi importanti che non possiamo ignorare.
Il libro è impostato su Mia ma non per questo gli altri personaggi sono messi in secondo piano, anzi ognuno di loro ha un ruolo importante nella vicenda, ho trovato un pò il finale troppo sbrigativo avrei preferito che fosse stato allungato magari con qualche descrizione in più sullo spettacolo e sul motivo preciso per cui Mia e Patrick dovevano salutarsi ma non per questo non mi è piaciuto anzi mi si e stretto il cuore a pensare a loro.Nel complesso posso dire che mi è arrivato dritto al cuore con la sua semplicità e forza che è racchiusa in questo romanzo.
Al suo interno ho trovato molte frasi che mi sono piaciute eccone un paio:
"Amavo i suoi capelli, le sue spalle, il suo odore, la sua forza, la sua delicatezza, le sue carezze, la sua passione. Amavo il mio nome sulle sue labbra, il sapore della sua pelle, le sue mani su di me, il suo corpo sopra il mio. Lo amavo con tutta me stessa, fino al limite della ragione, oltre la vita oltre la morte."

 "Potevi decidere cosa fare per il resto dei tuoi anni, pianificando eventi nei minimi dettagli dal corso di studi alle vacanze, oppure vivere alla giornata, ma alla fine, l'unica vera differenza l'avrebbe fatta quell'unico minuto prima di andare a letto. Quel minuto in cui, chiudendo gli occhi, ti saresti sentito soddisfatto delle tue scelte senza rimpianti o sensi di colpa, in pace con il resto del mondo. Viceversa, quel nodo allo stomaco fatto di dubbi, rimpianti e paura di deludere chi ti stava accanto, era la certezza inconfutabile di vivere la vita di qualcun'altro. E il passaporto per l'infelicità
il mio voto è 4/5  bello lo consiglio
Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic

You Might Also Like

2 commenti

  1. La mia mamma ha comprato il librone con tutta la serie e la sta leggendo. La tua recensione mi fa ben sperare perchè noto che ti ha proprio coinvolta. Sinceramente però non è che ami molto la figura dell' angelo, mi stanno un pò antipatici ecco... Va beh, vedrò se dargli una chance :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao, guarda di paranormale ha ben poco anzi questo romanzo non è impuntato sulla figura dell'angelo ma su questo periodo particolare che è l'adolescenza, credo che sia solo un fattore in più quindi ti consiglio di dargli una possibbilità :)

      Elimina

Sei passata/o dal mio angolino, fammelo sapere lasciando un commento.

Ultimi commenti

2017 Reading Challenge

Eika has read 11 books toward her goal of 100 books.
hide